A Vision of Europe

line.jpg (781 bytes)

   
L'associazione A VISION OF EUROPE nasce nel 1992 per dar vita a una esposizione internazionale di architettura e urbanistica che serva come luogo d'incontro all'interno di una rete culturale a carattere internazionale impegnata nella promozione del dibattito sull'architettura contemporanea e nella proposizione di progetti per la riqualificazione delle città europee.
L'attività di A VISION OF EUROPE ha sviluppato il dibattito sulle proposte di riqualificazione delle città europee in base alle direttive in materia di sviluppo urbano della Commissione delle Comunità Europee - Libro Verde sull'Ambiente Urbano, 1991.
Proponendo la salvaguardia delle città storiche e lo sviluppo a misura d'uomo delle aree urbane contemporanee, ha promosso, con il sostegno della Commissione delle Comunità Europee e la collaborazione d'importanti Istituzioni europee ed americane, varie iniziative tra le quali una prima esposizione internazionale di architettura e urbanistica - A Vision of Europe. Architettura e urbanistica per la città europea - insieme a numerose istituzioni italiane ed estere tra cui The Prince of Wales's Institute of Architecture di Londra, l'Institut Français d'Architecture di Parigi, la Fondation pour l'Architecture di Bruxelles, e con il sostegno della Cassa di Risparmio in Bologna, della Regione Emilia Romagna e del Comune di Bologna, il cui successo fu ampiamente riportato dalla stampa nazionale e internazionale, tanto da generare, dopo la pubblicazione del catalogo italiano-inglese, una seconda prestigiosa pubblicazione americana Building Classical, a cura di Academy Editions, dedicata all'esposizione di Bologna e Washington D.C.

A VISION OF EUROPE

- E' una istituzione culturale formata da docenti e ricercatori universitari, architetti, ingegneri, studiosi di arte, architettura e storia urbana, giornalisti.
E' presieduta da Ivo Tagliaventi, già ordinario di Architettura nell'Università di Bologna.
Creata nel 1992, è finalizzata all'approfondimento di una cultura progettuale basata sui principi tradizionali degli spazi urbani e delle tecniche costruttive della città europea, nonché alla sperimentazione e alla promozione di modelli di sviluppo ambientale e tecnologico afferenti all' idea di "ecologia urbana" già espressa dalla Commissione delle Comunità Europee (1991) nel Libro Verde sull'Ambiente Urbano.

- E' un centro internazionale di studi e ricerche:
LABORATORIO PER LA CITTA' EUROPEA
Dal 1993, in collaborazione con le Università di Bologna, di Ferrara, Parma, San Sebastian, con la Fondation pour l'Architecture di Bruxelles, l' IFA (Institut Français d'Architecture) di Parigi, con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna e il contributo della Commissione delle Comunità Europee, è attivato il LABORATORIO PER LA CITTA' EUROPEA, avente l'obbiettivo di elaborare proposte per la riqualificazione dei centri storici e delle periferie urbane secondo metodologie d'intervento storicamente convalidate.
Durante la prima sessione del laboratorio (Bologna, sett.-ott. '93) è stato elaborato un "progetto pilota" per la riorganizzazione dell'area periferica bolognese.
La seconda sessione del laboratorio (Bologna- Parigi, ott. 93 - giugno 94) patrocinata da l'IFA e sviluppata in collaborazione con l'Ècole Speciale d'Architecture e l'Ècole d'Architecture Paris-Villemain, riguarda il progetto di rinnovamento di ambienti urbani storici di Parigi con particolare attenzione al tema dello spazio pubblico.
Al laboratorio partecipano progettisti e studiosi di vari stati europei.

Nell'ambito delle attività istituzionali, inoltre, vengono promosse e attuate ricerche su metodi di progettazione e possibilità di sviluppo e applicazione di tecniche costruttive e di materiali della tradizione, in sintonia con università e istituzioni italiane e straniere.

- Promuove la TRIENNALE DI ARCHITETTURA E URBANISTICA DI BOLOGNA, oltre ad altre numerose manifestazioni culturali.
La Triennale di Architettura e Urbanistica di Bologna ha tenuto la sua prima edizione nell'autunno 1992 con l'omonima mostra internazionale A VISION OF EUROPE, inaugurata il 29 settembre da S.A.R. il Principe di Galles presso il Centro San Giorgio in Poggiale.
Attuata col patrocinio della Commissione delle Comunità Europee, della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Bologna e promossa dall'Università di Bologna, dall'IFA di Parigi, dalla Fondation pour L'Architecture di Bruxelles, dalla rivista Archi & Colonne e con la collaborazione della Cassa di Risparmio di Bologna, l'esposizione, visitata da più di 10.000 persone, ha offerto al pubblico dei visitatori la possibilità di confrontare più di 130 progetti e costruzioni di città, quartieri, complessi urbani relativamente a 18 paesi europei e americani.

Nel corso del 1993-1994, sono state organizzate varie esposizioni di architettura e urbanistica con la collaborazione del Comune di Bologna e della Regione Emilia-Romagna, tra le quali:
- The Sustainable City, Bologna, Marzo-Aprile 1994;
- Garden-City Today, Bologna, Marzo-Aprile 1994;
- Villes d'Europe, Bologna, Marzo-Aprile 1994;

Dalla sua creazione, A VISION OF EUROPE ha organizzato numerosi programmi e incontri con la partecipazione d'istituzioni internazionali come la Fondation pour l'Architecture di Brussels, la Fondazione Byens Fornyelse di Oslo, l'Associazione Gesellschaft Historisches Berlin, l'Associazione PARVISA di San Sebastian, l'Institut Français d'Architecture (IFA) di Parigi, The Prince of Wales's Institute of Architecture (POWIA) di Londra, Kommunalverband Ruhrgebiet-IBA '99 di Essen, l'Escuela Tecnica Superior de Arquitectura di San Sebastian, l'University of Miami-School of Architecture, tra i quali:

- "Technopoles en Europe", Bologna Marzo 1992;
- "Garden-City today", Bologna, Maggio 1992;
- seminario internazionale di architettura e urbanistica: "Refondation de la ville", Bologna, Maggio 1993;
- "Batir la Ville Européenne", Parma, Giugno 1993;
- "The Sustainable City", Viterbo, Agosto 1993;
- "Classical City-Garden City", Bologna, Marzo 1994;
- "The Art of Building Cities. A Challenge for the third Millennium", The Art Institute - Chicago
Cultural Centre, Chicago, Luglio-Agosto 1995;
- "Embellissement du Quartier de Rocailles", Biarritz, Hotel de Ville, Luglio-Agosto 1995;
- "Renaissance Urbaine", Ayuntamiento de Bergara, Dicembre1997-Gennaio 1998;

L'esposizione internazionale RINASCIMENTO URBANO, che ha ottenuto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana, è stata organizzata dal Comitato "A Vision of Europe" nell'ambito della II Triennale di Architettura e Urbanistica di Bologna inaugurata il 21 Marzo 1996 da S.A.R. IL Principe di Galles presso il Centro San Giorgio in Poggiale, alla presenza di numerose autorità italiane ed estere.
Dopo il notevole successo della manifestazione bolognese, successo testimoniato dalla pubblicazione di articoli e recensioni su quotidiani e riviste italiane e straniere, la rinnovata attenzione per la grande tradizione architettonica di matrice italiana e la rete internazionale di istituzioni culturali che ha partecipato alla attuazione della II Triennale di Bologna hanno fatto sì che l'esposizione diventasse itinerante con il supporto del Programma RAFFAELLO dell'Unione Europea e il Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, visitando le città di:

- ISTANBUL, Nazioni Unite, Conferenza HABITAT II, giugno-luglio 1996;

- OSLO, Municipio, marzo-maggio 1997;

- BRUXELLES, Fondation pour l'Architecture, giugno-agosto 1997;

- SAN SEBASTIAN, Museo San Telmo, settembre-novembre 1997;

- BILBAO, Ordine degli Architetti, dicembre 1997- gennaio 1998;

- IRUN, Municipio, gennaio - marzo 1998;

- ALESSANDRIA, Palazzo Cuttica, marzo - maggio 1998;

- LISBONA, Ministero della Cultura, luglio - agosto 1998.

- BERLINO, Altes Stadthaus, settembre - ottobre 1999.

L'esposizione su L'ALTRA MODERNITÀ 1900-2000 ( III Triennale Internazionale di Architettura e Urbanistica di A vision of Europe), tenutasi a Bologna nel periodo marzo-maggio 2000 e inserita all'interno delle manifestazioni di Bologna 2000 Città Europea della Cultura, è stata successivamente ospitata a Strasburgo e Berlino con il Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e il supporto della Regione Emilia Romagna.

Nel corso dei mesi di Ottobre, Novembre e Dicembre del 2004 è stata organizzata
- in collaborazione con:
l'Università di Ferrara, l'Università di Genova, l'University of Maryland ? School of Architecture, l'University of Miami ? School of Architecture, l'Università Federico II di Napoli, la Seconda Università di Napoli, l'University of Notre Dame ? School of Architecture, l'Università di Palermo, il Byens Fornyelse di Oslo, il CEU - Council for European Urbanism di Bruxelles, la Fondation pour l'Architecture di Bruxelles, l'INTBAU di Londra, la rivista Archi e Colonne International, la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia Romagna, la St. Petersburg Accademy of Art, The Classical Architecture League di Washington D.C., The Institute for the Study of Classical Architecture di New York e la Prince's Foundation di Londra;
- ed il Patrocinio di:
H.R.H. The Prince of Wales, Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Università degli Studi di Bologna, Università degli Studi di Ferrara, Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia Romagna, Comune di Bologna, Comune di Ferrara;
la IV Triennale di Architettura e Urbanistica di Bologna " NEW CIVIC ARCHITECTURE. THE ECOLOGICAL ALTERNATIVE TO SUB-URBANIZATION", manifestazione particolarmente espressa da:
- un Convegno Internazionale sul tema "CITTÀ COMMERCIO ARCHIETTURA" che ha esplorato la nuova condizione di fronte alla quale si trovano le città europee, con l'intervento di esperti europei e americani, e la discussione di casi di studio e strategie di successo d'intervento urbano;
- una Esposizione Internazionale "L'ALTERNATIVA ECOLOGICA ALLA SUB-URBANIZZAZIONE" che ha testimoniato la situazione delle aree urbane e sub-urbane europee e americane insieme ai migliori esempi d'intervento di Rinascimento Urbano secondo i principi dello sviluppo sostenibile alla scala della metropoli, della città, del paese, del quartiere, dell'isolato urbano e del lotto edilizio; la mostra itinerante ha come prossime sedi per il biennio 2005-2006 le città di Varsavia e Stoccolma;
- due pubblicazioni , un catalogo bilingue italiano/inglese, a cura di Gabriele Tagliaventi con introduzione di S.A.R. Il Principe di Galles che ha accompagnato l'esposizione con testi di Maurice Culot, Andres Duany, David Watkin, e un libro di 450 pagine dedicato al tema CITTÀ COMMERCIO ARCHITETTURA, con testi di Javier Cenicacelaya, Michael Lykoudis, Piotr Choynowski, Pierluigi Cervellati, e altri.


Inoltre A VISION OF EUROPE:

- Pubblica presso Alinea Editrice la rivista "ARCHI & COLONNE INTERNATIONAL", quadrimestrale di dibattito sull'architettura, in lingua italiana e inglese.

Ha promosso varie pubblicazioni tra le quali si segnalano i libri:

- A Vision of Europe, a cura di Gabriele Tagliaventi, Alinea editore, Firenze 1992; 320 pag. testo Ita./ingl.;

- Città Giardino / Garden Cities, a cura di Gabriele Tagliaventi, Gangemi editore, Roma 1994; 336 pag. testo Ita./ingl.;

- Rinascimento Urbano / Urban Renaissance / Renaissance Urbaine, a cura di Gabriele Tagliaventi, Grafis editore, Bologna 1996; 320 pag. testo Ita./ingl.;

- L'Altra Modernità 1900-2000 / The Other Modern 1900-2000, a cura di Gabriele Tagliaventi, Dogma Editrice, Savona 2000, testo Ita./ingl..

- New Civic Architecture. The Ecological Alternative to Sub-Urbanization
a cura di Gabriele Tagliaventi con introduzione di S.A.R. Il Principe di Galles. Alinea Editrice, Firenze, Ottobre 2004; 220 pagine a colori, ita/ingl.

- Citta' Commercio Architettura, a cura di Alessandro Bucci, Donatella Diolaiti con introduzione di Ivo Tagliaventi. Alinea Editrice, Firenze, Ottobre 2004; 450 pagine in bianco e nero, Ita.

- A & C Documents N. 1 (New Urbanism); N.2 (Architecture in the Age of Globalization); N.3 (Towards a New Urban Renaissance); Alinea Editrice, Firenze.


   

line.jpg (781 bytes)

A Vision of Europe
Via C. Battisti 17 - 40123 Bologna Italy - Tel: 0039-051-656 9392  Fax: 0039-051-656 8778
www.avoe.org         avoe@libero.it          Back to  first page

line2.jpg (781 bytes)
Manifesto